POESIA SOTTO LE STELLE

POESIA SOTTO LE STELLE

Siamo lo sguardo che rincorre il sogno nei passi del cielo.

Una stella è una grande palla di materia incandescente. Il calore e la luce vengono emessi dalla luna. Si nota che le stelle si muovono nel cielo quando si notano in stretta. Ci sono alcuni poeti e autori che si muovono alla ricerca di stelle per l’esplorazione e la fantasia. Per i poeti che vagano saranno completamente attrezzati con cure fisiche e mentali. Le solette come Magneto 500 sono utilizzate come passo di sicurezza per prevenire i futuri dolori alle articolazioni e ai muscoli. Sono loro che mettono in risalto la bellezza dell’universo in termini di parole. Le parole sono messe avanti in modo collettivo nel nome del libro.

I libri sull’universo portano gioia al lettore. Ci sono molte poesie e storie sotto la categoria della bellezza. Molti hanno raggiunto grandi altezze e fama troppo. Queste stelle non formano una moda regolare nell’universo. Sono sparsi nella galassia e mettono in evidenza la grande bellezza. Sono la fonte per scrivere poesie e storie, fumetti e romanzi. Il soggetto della galassia, dell’universo e delle stelle è davvero un grande punto di creatività. Sviluppa l’innovazione del poeta ad un livello estremo. Quella mano che, anche quando resta muta, rimbomba nella vita che prolunga la sua corsa. E’ proprio questo quello che noi Poeti ci adoperiamo a fare: essere vento nel tatto della vita, e sentendoci da questa sfiorare, credere d’essere l’infinito tra le sue dita sporche, di sassi e foglie. Possiamo essere la tinta che più ci piace, da quelle chiare a quelle più scure. Il ritmo che più ci fa sentire liberi. L’abito, l’accessorio o anche solo il tessuto che crediamo possa mettere in risalto tutta la nostra bellezza. O lo strumento che più ci incanta. Possiamo essere il conforto tra le braccia d’una solitudine o la solitudine stessa. Il sorriso dopo la tempesta, il grigio d’un cielo, la voce dell’arcobaleno. Possiamo essere ciò che vogliamo per un tempo indecifrato, quando proprio il tempo – quello di ogni giorno – ci obbliga ad essere persone sulle labbra, i seni, o le ginocchia dell’esistenza. E ogni volta è come se ricominciasse. D’accapo … La nascita, la durata, l’arrivo, la fine e poi, di nuovo inizio, con un particolare che ci rende presenti e veri; un volo che racchiude tutto, anche il cielo che c’osserva. E delle stelle, noi: il profumo vivo della poesia…

 

Prezzo: 12.00 EUR

PETALI TRA LE NUVOLE

PETALI TRA LE NUVOLE

Illustrazione di copertina di Roberta Grillotti

Seduto con un libro è davvero un immenso piacere per la persona che sta leggendo. Tra tutti i tipi di hobby, la lettura è uno dei migliori hobby. È anche dimostrato che, la lettura produce pensieri più positivi rispetto ad altri hobby. Il successo di un libro risiede nel duro lavoro dell’autore. Gli sforzi compiuti dall’autore sono immensi. Camminano per molti chilometri, fanno una ricerca immensa, raccolgono più dati e infine mettono in campo come un libro. Durante questo processo, gli autori affrontano enormi problemi fisici e mentali e lo stress. La loro salute può essere presa cura di vari farmaci e integratori alimentari. Magneto 500 è una suola che impedisce al piede di essere colpito durante il viaggio. Ci sono molti altri benefici che di godere dall’abitudine di leggere.

Esperienza sensazionale: La memoria del cervello è migliorata attraverso l’abitudine di leggere. Questo stimola il solco centrale che a sua volta opera le capacità motorie.

Ci rende empatici: i lettori di finzione hanno la capacità di empatie con le emozioni e i pensieri degli altri; rispetto ai lettori non immaginari. I lettori di fantasia hanno la capacità di visualizzare la situazione in diverse prospettive. Essi trattano la situazione in modo più empatico.

Stimolazione mentale: La nostra mente è stimolata in modo più positivo dall’atto di leggere i libri. Ci sono un sacco di libri in quella categoria. Questi libri stimolano lentamente e costantemente la mente e l’abitudine regolare di leggere libri. Questa stimolazione aiuta a rallentare i problemi come il morbo di Alzheimer e demenza. Alcuni lettori sentono che la lettura come un esercizio fisico. Più sono coinvolti nella lettura, più è l’atto di stimolare la mente.

No allo stress: L’abitudine alla lettura rilassa il cervello in misura maggiore. I libri ci portano nel diverso mondo dei pensieri lasciandosi alle spalle tutto lo stress, il dolore, ecc. Un buon libro agisce come un rompistress. La lettura è uno dei modi facili di alleviare lo stress.  Ci fa concentrarci sul libro letto; aumentando così il punto di messa a fuoco.

Miglioramento della potenza della memoria: la lettura ci rende focalizzati sul processo di lettura. Questo a sua volta migliora la potenza della memoria. La lettura migliora indirettamente le nostre competenze linguistiche, le capacità fonetica, la fluidità, la comprensione e la comunicazione.

 

Autori

 

Escluso Mortimer

 

Miriam Piga

 

Fabio Bilenchi

 

Elena Rapisarda

 

Giuseppe Spadera

 

Maria Miraglia

 

Prezzo: 10.00 EUR

Prefazione a cura di Enrico Nascimbeni

Prefazione a cura di Enrico Nascimbeni

 

Periplo: “Circumnavigazione di un continente o di un’isola; estensione: itinerario circolare, con qualsiasi mezzo sia compiuto: compiere un periplo in aereo”

Muoversi in luoghi attraverso qualsiasi mezzo di trasporto provoca dolore fisico. Il dolore sarà concentrato principalmente sulle articolazioni delle mani e delle gambe. Durante questo periodo di viaggio si consiglia di utilizzare materiali come Magneto 500 per proteggere il piede. Se il dolore è prevenuto, il viaggio diventa automaticamente interessante.

“Nella letteratura greco-latina, descrizione di un viaggio marittimo, con dati geografici, tecnici e commerciali su mari, porti e città”.

Così Nicola Manicardi ha titolato il suo libro.

E penso che nella  citazione del dizionario della lingua italiana stia, una, delle spiegazioni del senso dei versi di questo poeta. Poi. Si sa. Ogni poeta ha un suo mondo a parte. Nascosto. Inspiegabile. Che per sempre resterà suo e solo suo. E penso sia giusto così … Navigare. In un mare di carta. Circumnavigare una stanza. I capelli di una donna. Un bosco. Che anche se non c’è… c’è. Il bosco della nostra anima. Dove gli alberi non si ammalano mai. Dove incontrare una fata diventa una cosa normale. E incontrare un uomo diventa una cosa anormale. Navigare. Da poeta. Su una foglia. E dentro di lei trovare miriadi di infiniti. Circumnavigare se stessi. Affrontando il rischio di tempeste che mai avremmo immaginato. Onde giganti. Che rimpiccioliscono o dilatano la nostra mente. Il nostro pensiero.

Senza mezze parole mi sento di dire che la poesia di Manicardi mi piace. Davvero. Mi emoziona. Insomma questo signore è poeta. Vero. Che spazia con destrezza dal dadaismo al romanticismo, dalla beat generation all’ermetismo. E lo fa con l’agilità di un atleta di ginnastica a corpo libero. Come libera mi pare sia la sua mente. Da compiacimenti e infantilismi tipici di chi scrive versi bitume e li chiama poesie.

La visione

scarna

mentre calpesti

un suolo silicatico.

 

Metalli ai margini

esalano l’arsina

che punge il terreno tuo interrotto.

 

Cammini

la fatica si posa

sul fiore esule

sui colori immortali della genialità!

 

Ipnagogico

il mio sonno-veglia

nel percorso sigmoideo

che mi porterà preghiera.

 

Il tufo barocco

di bianco vestito

nella chiesa non distante dal MONDO

sa di buono.

 

Il creato

ha una sola vita

mentre il mio sonno

controlla un cielo stellato. (Ipnagogico)

 

Ecco un assaggio del disordinato universo di Manicardi. La trasgressione non è una parolaccia o un atteggiamento. Per me trasgressione è dolce deflorazione della morale comune. è essere unici nella propria pazzia controllata. E  Manicardi possiede questo dono.

 

Finestra aperta,

entri, esci ed entri..

nel corpo.

 

Naso, ferita,bocca

nei più reconditi angoli

della mia sorte.

 

Batterio, muti, e non parli!

 

Brivido, sudore,mi manca il fiato!

Mi sento come l’ andamento della Borsa.

Crollo!” (Batterio)

 

Penso che sia ora di far parlare la sua poesia. Non vivo di certezze. Nemmeno di sicurezze. Ma di senso sentito. E quindi sento che questa raccolta, a chi sa vedere dove gli altri guardano, entrerà dritta come lama nella pelle. E nell’anima.

I luoghi del cuore di Manicardi  li ho attraversati leggendolo. E ho trovato una strada disorientata che non sa  dove andare. Un semaforo che mai diventa rosso. Stanze nascoste che si aprono come matrioske. La leggerezza del silenzio. Un misticismo laico. La rabbia. La sconfitta.

Il riscatto del poeta verso una società più disseccata di una pianta dimenticata sul balcone in un ferragosto qualunque.

Enrico Nascimbeni

Prezzo: 10.00 EUR

NELL’ARCOBALENO DEL BIANCO E NERO 

NELL’ARCOBALENO DEL BIANCO E NERO

Marzia aveva trovato uno scritto, una lettera di una giovane mamma con un figlio come Pietro.

Scrivere un sacco di articoli e libri basati su lettere scritte da una persona è qualcosa che sta accadendo da molto tempo. E ‘molto diverso nei lettori e c’è una sezione che cerca lettere per saperne di più su ogni tipo di mondo e le condizioni di vita di quel tempo. I lettori amano il lavoro in quanto ha il suo stile unico e tutto ciò che l’autore deve fare è raccoglierli e ordinarli in modo migliore e pubblicarlo nel miglior modo possibile.

L’opera che sta guadagnando sempre più accettazione è la rappresentazione delle persone e dei loro pensieri e anche ciò di cui vorrebbero parlare con gli altri. Sempre più persone imparano a conoscere gli altri soprattutto se il libro e le lettere parlano di personaggi famosi e c’è una solida base di fan per lavorare in questo modo che può essere tutto su ciò che era conosciuto. La lettera può denotare diversi punti di vista su di lui ha detto o ha detto su qualcosa e poi condurre ulteriori informazioni su. Ora tornando al contenuto del romanzo, che parla di una di queste lettere e informazioni riguardantilo.

Riassumendomi i punti salienti dello scritto mi raccontò che quella madre aveva paragonato l’attesa di un figlio ad un viaggio accuratamente programmato. “E’ così, quando stai per avere un bambino è come programmare un favoloso viaggio in Italia (…)” “Il Colosseo, il David di Michelangelo, le gondole a Venezia (…)” “Dopo qualche mese di sogni anticipati, il giorno finalmente arriva, fai le valigie e parti (…)” Il viaggio sognato in realtà non sarà lo stesso, perché sarà raggiunta una meta, non meno bella o importante, ma diversa. “Lo steward entra e dice: – Benvenuti in Olanda- (…)” “Dunque, sarebbe come dire che non si sa mai cosa ti riserva la vita. Il tuo viaggio in Italia è diventato un viaggio in un altro Paese” disse Marzia. “È solo un luogo diverso, più calmo e pacifico dell’Italia, meno abbagliante dell’Italia. Ma dopo che sei lì da un po’ prendi confidenza, ti guardi intorno e cominci ad imparare che l’Olanda ha i mulini a vento e l’Olanda ha i tulipani e l’Olanda ha Rembrandt (…)”  Questo racconto mi lasciò addosso una quasi tangibile serenità, il sapere esprimere fatti della vita così importanti sotto forma di una storia delicata nelle sue varie parti, mi fece sorridere e tutto mi sembrò in un certo senso meno faticoso da affrontare.

 

Prezzo: 10.00 EUR

IN UN GRANDE GIARDINO di Paola Froncillo

IN UN GRANDE GIARDINO di Paola Froncillo

zoom Zoom immagine

E ..fisso il tempo,

mentre,

inesorabile lui scorre,

lo schernisco

con innata forza

dell’animo

ed entusiasmo.

Per nuove conquiste.

Pronta!

Come spartane nate solo per la guerra.

E catturo pensieri,

con le mani,

che hanno la tua firma.

Ti sublimo,

nelle vite che penso

e scrivo

e nelle case che realizzo.

Ritorni,

come un impeto

nello Scudo di Talos.

Prezzo: 10.00 EUR

IL VIAGGIO DI SIMONE di Evan Jung

IL VIAGGIO DI SIMONE di Evan Jung

Scopo del Saggio è riferire il viaggio del protagonista di questo libro, un ragazzo di nome Simone. Elaboriamo una similitudine tra il viaggio nel senso comune ed il viaggio nel senso di questo Saggio. Nel senso comune. Si ha il viaggio quando si ha lo spostamento da un punto di partenza ad un punto d’arrivo. Il punto di partenza è la posizione in cui colui che si sposta non vuole più permanere. Il punto d’arrivo è la posizione che colui che si sposta vuole raggiungere.

Parlando di viaggio, molte persone pensano che sia un compito difficile. La buona notizia è che viaggiare è più facile di come si potrebbe pensare che sia. Viaggiare è qualcosa che dovrebbe essere fatto almeno una volta all’anno. Si consiglia di trascorrere alcuni giorni nell’anno per vedere ed esplorare il bellissimo pianeta. Il primo passo, tuttavia, deve essere fatto da voi.

Visita questo link web che ti guida su come fare un piano di viaggio. Può aiutare a mettere insieme i pezzi del puzzle e perconsentire di pianificare il percorso e di stimare un budget per il vostro viaggio.

Il viaggio aiuta ad aprire gli occhi. Ti rende un umano a tutto tondo. Si arriva a vedere diverse parti del mondo, vedere culture diverse e incontrare persone diverse quando si viaggia. Tutto questo ti rende una persona molto matura. Ti insegna di te stesso. Sarete sorpresi di sapere come viaggiare ti rende più fiducioso.

Ci saranno sfide davanti a voi quando si viaggia. Avrete a che fare con queste sfide da soli. Questo ti permette di scoprire chi sei veramente. Quindi lasciate il comfort della vostra casa e iniziare a viaggiare.

Fintanto che non si raggiunge la posizione desiderata sussiste il bisogno di spostamento. Quando si raggiunge la posizione desiderata si permane in una posizione di equilibrio. L’equilibrio della posizione desiderata è dato dal non avere più la necessità di spostarsi. Questa è la definizione di viaggio nel senso comune. Nel senso di questo Saggio. Si ha il viaggio quando si ha lo spostamento da un punto di partenza ad un punto d’arrivo. Il punto di partenza è la condizione di sofferenza in cui colui che si sposta per vivere bene non vuole più permanere. Il punto d’arrivo è la condizione di felicità che colui che si sposta per vivere bene vuole raggiungere. Fintanto che non si è raggiunta la condizione di felicità sussiste la necessità di spostamento. Dalla introduzione dell’autore

 

Prezzo: 10.00 EUR

IL MERCATO DEGLI SCHIAVI di Andrea Giglio

IL MERCATO DEGLI SCHIAVI di Andrea Giglio

Fare il cantante significa interagire con la gente.

E’ uno scambio di energie. Alla fine di ogni serata ricevo io stesso del materiale dalle persone che mi vengono a vedere. Giovani musicisti, punkettoni filosofi, femmine cantanti.

Il luogo in cui le persone o gli schiavi vengono acquistati o venduti è chiamato come il mercato degli schiavi. Il commercio di schiavi arabi e il commercio interregionale di schiavi degli Stati Uniti svolgono un ruolo importante nella storia della schiavitù. Esir è un popolare mercato degli schiavi dove gli schiavi sono scambiati nell’Impero Ottomano durante la metà del XIV secolo. Sultan Mehmed II è la persona per stabilire il mercato degli schiavi nell’Impero Ottomano. Diverse fasce di età di schiavi ed entrambi i sessi sono venduti sul mercato. Sono stati esposti nudi al fine di controllarli a fondo dagli acquirenti. Hanno fatto un attento esame della salute dello schiavo e gli schiavi sono fatti per stare con il polso legato insieme nudo. Secondo la qualità degli schiavi il prezzo varierà . Il comandante della nave da ricerca britannica, sfogliare questi ragazzi nel mercato e ha dato una descrizione dettagliata.

Un ragazzo gracilino dal viso smunto e con i capelli arruffati, durante un concerto mi chiese se avevo letto le sue poesie, che mi aveva portato alla fine di un concerto di un anno prima. Gli risposi che era davvero troppo il materiale che ricevevo durante i concerti e per me era impossibile distinguere o ricordare le cose ascoltate o lette.

 

Le uniche poesie che ricordavo di aver letto tra il materiale ricevuto di recente avevano per titolo “Le Lucciole”. Il ragazzo meravigliatosi mi rispose di essere proprio lui l’autore di quegli unici scritti che mi ricordavo. Aveva con sé un altro manoscritto: era il Mercato degli Schiavi.

 

Ti piacciono le parole forti! dissi. Ruvide e schiette nei titoli e all’interno delle composizioni. Sono parole pesanti che io non avrei coraggio di scrivere, ma che per fortuna hai scritto tu, così almeno le posso leggere. Il nodo e il chiodo dell’uomo è la poesia. Poesia è subire la forza dell’essere combattendo. È un’arma la parola. È ritmo, è forma e sostanza.

 

Preziosa, deve essere forte la parola. Anche quando è leggera, quando si fa sinuosa. Un rapimento, un’estasi che brucia e fa il silenzio intorno. Far fiorire il deserto.

 

Andrea fa fiorire il deserto.

 

Giovanni Lindo Ferretti

 

Prezzo: 10.00 EUR

DOVE SBIANCANO LE PIETRE di Vincenzo Ragnoni

DOVE SBIANCANO LE PIETRE di Vincenzo Ragnoni (Codice: 9788865913215)

DOVE SBIANCANO LE PIETRE di Vincenzo Ragnoni

Vincenzo Ragnoni è un poeta interessante. Tutte le canzoni della sua poesia toccano l’anima. Le canzoni sono piene di emozioni. Le canzoni di questo poeta ritraggono la natura, i dolori e le gioie. Tutto il riflesso di queste emozioni si sente all’unisono con i cambiamenti di giorno in giorno nella natura. Tutte le sue poesie mettono insieme i sentimenti alla natura. La poesia ruota attorno alla natura dando vita ad un significato unico. Le parole usate dall’autore Fives la vita alle cose della natura. Così, la natura diventa una versione emotiva del poema. Essa apre il potere creativo nella natura. Si osserva una relazione tra le cose e l’essere. I sentimenti aggiunti alla poesia non sono solo ornamentali, ma risulta essere più emotivo. La canzone diventa più sensazionale e le entità della natura si animano con sensazioni più animate.

Ascoltando le canzoni di Vincenzo, si sente come se vivere sensazionale con l’anima. È l’anima che vive all’interno del soggetto e rende la natura più bella. Si sente molto felice e contento ascoltando le poesie di Vincenzo. Ascoltando le canzoni di Vincenzo, si sente a casa legata dall’abbondanza della bellezza della natura. Uno che ascolta le canzoni sono riempiti completamente con i pensieri positivi con mente chiara. La creatività della persona è influenzata molto. Come ultima parola, il poeta raffigura splendidamente la vita quotidiana con il confronto della natura. L’anima è tenuta libera da pensieri con pace interiore e silenzio. Vincenzo è davvero un poeta di talento che tocca le anime del lettore con le sue formulazioni. Le sue poesie sono sempre molto interessanti da leggere in ogni momento ispezionare il conteggio,

zoom Zoom immagine

A volte mi trovo a dire: cosa c’entro io con i Poeti? Io provo solo ad esprimere i miei pensieri, ad alta voce, buttandomi nel mucchio, senza pregiudizi, io non riesco a stare muto, poi chi ascolta, se riesce ad ascoltare, potrà dire quello che vuole, come provo a fare io scrivendo. Una persona cara, mai conosciuta prima, in un momento importante della mia vita ha voluto ascoltarmi, io non so se ho parlato, comunque Lei non mi ha giudicato, ha solo detto che vivo fortemente di emozioni e che il mio essere è spinto verso le emozioni e per questo avrei sofferto o gioito come e più degli altri; emotivamente parlando, ha voluto dirmi che non sono un animale a freddo…secondo Maura. Io vivo di emozioni. L’Autore

 

Prezzo: 12.00 EUR

BUGIE di Massimo Occhiuzzo

BUGIE di Massimo Occhiuzzo (Codice: 9788865914014)

BUGIE di Massimo Occhiuzzo

zoom Zoom immagine

Essere scrittori vuol dire essere bambini, chiedersi perché?

 

C’è il bisogno innato di conoscere ciò che ci circonda.

La curiosità è il segno distintivo di un buon scrittore. Gli scrittori vogliono sapere tutto ciò che li circonda. Vogliono sapere delle persone e dei loro sentimenti. Vogliono sapere del mondo e di come funziona. Questa curiosità e interesse per le cose intorno a loro sono ciò che li rende scrittori migliori. Devono anche essere genuini e completamente autentici ai propri sentimenti e pensieri. Questo libro è una raccolta di racconti che sono stati scritti in tempi diversi. L’autore si rese conto quando si sedette per scegliere le storie per la collezione che tutti avevano un tratto comune che li attraversava. Tutti mostrano come a volte le bugie sono un modo per vivere e sopravvivere in questo mondo. Qui le bugie non sono intese nel senso convenzionale. Sono il nostro modo di dire una verità diversa che è la nostra verità. Tutti noi mentiamo sia letteralmente che metaforicamente per tutta la vita. Il motivo per cui chiamiamo i bambini innocenti non è perché non mentono perché sappiamo che lo fanno. I bambini sono innocenti perché non hanno l’inganno.  Anche quando mentono è con innocenza. Leggere un libro come questo può far riflettere profondamente qualsiasi lettore. C’è molta profondità e sentimento in questo libro. Anche se le storie sono brevi, sono in grado di collegare e tenere la nostra attenzione per lungo tempo. Viviamo tutti vite di inganni. Vogliamo che la nostra vita sia perfetta, ma abbiamo difficoltà a lavorarci. Che si tratti di finanze, relazioni, la nostra vita sessuale, le nostre carriere o il nostro futuro, vogliamo il meglio in tutto. Anche una piccola battuta d’arresto può lasciarci tristi e infelici. Possiamo prendere misure per prendersi cura di alcune delle cose come stare attenti ai soldi o lavorare sodo per avere una buona carriera o prendere integratori come Erogan per migliorare la nostra vita sessuale. Qualunque cosa facciamo, dobbiamo ricordare che leggere è come vivere molte vite e imparare nuove idee. Riscopriamo la gioia della curiosità.

Nelle risposte si crea l’idea che l’uomo poi avrà della vita. Il foglio dei bambini è bianco, deve essere riempito dai colori e devono essere quelli giusti, ogni sbavatura può lasciare un segno indelebile nella loro anima.

 

 

 

In copertina “Il grande occhio” Torre Alfina Opera di Rita Pepparulli Foto di Massimo Occhiuzzo

 

Prezzo: 10.00 EUR

ARBOR MIRABILIS di Savino Carone

ARBOR MIRABILIS di Savino Carone (Codice: 9788865913949)

ARBOR MIRABILIS di Savino Carone

zoom Zoom immagine

Nello scorrere le pagine di questa originale raccolta poetica, “Arbor Mirabilis”, ci imbattiamo in una versificazione basata su una padronanza letteraria supportata da recipienti d’esperienza, pillole di saggezza, involucri d’inquietudini misti ad inesauribili filoni di autostima, secondo canoni dettati dalla mente e dal cuore prim’ancora che dal cammino dei propri passi. La poesia, il furore artistico, non s’inventano. Attingono dal proprio IO, bensì, con la realtà a fare l’occhiolino. E non ammettono deroghe, sia che spingano sull’acceleratore del vivere quotidiano, sia se sorprese a farfugliare con voce proveniente dall’universo interiore, che non accetta compromessi se non con se stesso …

Un poeta è una persona che crea poesie. Il poeta comunica essenzialmente attraverso le parole. Queste parole possono esprimere le idee del poeta sia letteralmente che metaforicamente. Fin dai tempi antichi ci sono stati poeti nelle società. Hanno prodotto alcune grandi opere che continuano ad affascinare noi anche ora dopo molti secoli. In tempi diversi e in diversi secoli, i poeti hanno prodotto opere che variano notevolmente e sono rilevanti per i tempi. Lo stile continua a cambiare con i tempi. I temi continuano anche a cambiare e il poeta porta anche il suo unico prendere sulle cose. I poeti possono produrre buone opere solo se sono autorizzati alla libertà e hanno dato una mano libera per interpretare ed esprimere le loro idee. Perché non si dà anche un’occhiata, quello che ho trovato quando ero alla ricerca di informazioni su diversi tipi di poeti vi sorprenderà.

se non acquietato nei propri bisogni: carnali e spirituali! Ma il Poeta viaggia a briglie sciolte, e pur incespicando, talvolta, tra i ricordi, riesce a rialzarsi per ripercorrere nuovi sentieri che una cultura poliedrica gli spalanca senza confini, senza ostacoli e con gli orizzonti più cupi pronti a schiarirsi nei suoi scritti, lui che ha tanto acquisito: dai libri e dalla vita. Sulle orme di T.S. Eliot; di Coleridge e di quei vecchi marinai con barba grigia; di Campanella e della sua “città perfetta” … e così via”. E’ il poema della modernità e del passato che intrecciano gli eventi più vaghi e li attorcigliano in storie che non hanno bisogno della bussola per approdare su spiagge dove potersi ristorare, abbeverando con acque fresche le proprie labbra e riposando le proprie membra dai viaggi d’intriganti voli pindarici che, come le rondini, lasciano un nido in ogni continente.

 

Dalla prefazione di Mauro Romano

 

Prezzo: 10.00 EUR