NELL’ARCOBALENO DEL BIANCO E NERO 

NELL’ARCOBALENO DEL BIANCO E NERO

Marzia aveva trovato uno scritto, una lettera di una giovane mamma con un figlio come Pietro.

Scrivere un sacco di articoli e libri basati su lettere scritte da una persona è qualcosa che sta accadendo da molto tempo. E ‘molto diverso nei lettori e c’è una sezione che cerca lettere per saperne di più su ogni tipo di mondo e le condizioni di vita di quel tempo. I lettori amano il lavoro in quanto ha il suo stile unico e tutto ciò che l’autore deve fare è raccoglierli e ordinarli in modo migliore e pubblicarlo nel miglior modo possibile.

L’opera che sta guadagnando sempre più accettazione è la rappresentazione delle persone e dei loro pensieri e anche ciò di cui vorrebbero parlare con gli altri. Sempre più persone imparano a conoscere gli altri soprattutto se il libro e le lettere parlano di personaggi famosi e c’è una solida base di fan per lavorare in questo modo che può essere tutto su ciò che era conosciuto. La lettera può denotare diversi punti di vista su di lui ha detto o ha detto su qualcosa e poi condurre ulteriori informazioni su. Ora tornando al contenuto del romanzo, che parla di una di queste lettere e informazioni riguardantilo.

Riassumendomi i punti salienti dello scritto mi raccontò che quella madre aveva paragonato l’attesa di un figlio ad un viaggio accuratamente programmato. “E’ così, quando stai per avere un bambino è come programmare un favoloso viaggio in Italia (…)” “Il Colosseo, il David di Michelangelo, le gondole a Venezia (…)” “Dopo qualche mese di sogni anticipati, il giorno finalmente arriva, fai le valigie e parti (…)” Il viaggio sognato in realtà non sarà lo stesso, perché sarà raggiunta una meta, non meno bella o importante, ma diversa. “Lo steward entra e dice: – Benvenuti in Olanda- (…)” “Dunque, sarebbe come dire che non si sa mai cosa ti riserva la vita. Il tuo viaggio in Italia è diventato un viaggio in un altro Paese” disse Marzia. “È solo un luogo diverso, più calmo e pacifico dell’Italia, meno abbagliante dell’Italia. Ma dopo che sei lì da un po’ prendi confidenza, ti guardi intorno e cominci ad imparare che l’Olanda ha i mulini a vento e l’Olanda ha i tulipani e l’Olanda ha Rembrandt (…)”  Questo racconto mi lasciò addosso una quasi tangibile serenità, il sapere esprimere fatti della vita così importanti sotto forma di una storia delicata nelle sue varie parti, mi fece sorridere e tutto mi sembrò in un certo senso meno faticoso da affrontare.

 

Prezzo: 10.00 EUR

IN UN GRANDE GIARDINO di Paola Froncillo

IN UN GRANDE GIARDINO di Paola Froncillo

zoom Zoom immagine

E ..fisso il tempo,

mentre,

inesorabile lui scorre,

lo schernisco

con innata forza

dell’animo

ed entusiasmo.

Per nuove conquiste.

Pronta!

Come spartane nate solo per la guerra.

E catturo pensieri,

con le mani,

che hanno la tua firma.

Ti sublimo,

nelle vite che penso

e scrivo

e nelle case che realizzo.

Ritorni,

come un impeto

nello Scudo di Talos.

Prezzo: 10.00 EUR

IL VIAGGIO DI SIMONE di Evan Jung

IL VIAGGIO DI SIMONE di Evan Jung

Scopo del Saggio è riferire il viaggio del protagonista di questo libro, un ragazzo di nome Simone. Elaboriamo una similitudine tra il viaggio nel senso comune ed il viaggio nel senso di questo Saggio. Nel senso comune. Si ha il viaggio quando si ha lo spostamento da un punto di partenza ad un punto d’arrivo. Il punto di partenza è la posizione in cui colui che si sposta non vuole più permanere. Il punto d’arrivo è la posizione che colui che si sposta vuole raggiungere.

Parlando di viaggio, molte persone pensano che sia un compito difficile. La buona notizia è che viaggiare è più facile di come si potrebbe pensare che sia. Viaggiare è qualcosa che dovrebbe essere fatto almeno una volta all’anno. Si consiglia di trascorrere alcuni giorni nell’anno per vedere ed esplorare il bellissimo pianeta. Il primo passo, tuttavia, deve essere fatto da voi.

Visita questo link web che ti guida su come fare un piano di viaggio. Può aiutare a mettere insieme i pezzi del puzzle e perconsentire di pianificare il percorso e di stimare un budget per il vostro viaggio.

Il viaggio aiuta ad aprire gli occhi. Ti rende un umano a tutto tondo. Si arriva a vedere diverse parti del mondo, vedere culture diverse e incontrare persone diverse quando si viaggia. Tutto questo ti rende una persona molto matura. Ti insegna di te stesso. Sarete sorpresi di sapere come viaggiare ti rende più fiducioso.

Ci saranno sfide davanti a voi quando si viaggia. Avrete a che fare con queste sfide da soli. Questo ti permette di scoprire chi sei veramente. Quindi lasciate il comfort della vostra casa e iniziare a viaggiare.

Fintanto che non si raggiunge la posizione desiderata sussiste il bisogno di spostamento. Quando si raggiunge la posizione desiderata si permane in una posizione di equilibrio. L’equilibrio della posizione desiderata è dato dal non avere più la necessità di spostarsi. Questa è la definizione di viaggio nel senso comune. Nel senso di questo Saggio. Si ha il viaggio quando si ha lo spostamento da un punto di partenza ad un punto d’arrivo. Il punto di partenza è la condizione di sofferenza in cui colui che si sposta per vivere bene non vuole più permanere. Il punto d’arrivo è la condizione di felicità che colui che si sposta per vivere bene vuole raggiungere. Fintanto che non si è raggiunta la condizione di felicità sussiste la necessità di spostamento. Dalla introduzione dell’autore

 

Prezzo: 10.00 EUR

IL MERCATO DEGLI SCHIAVI di Andrea Giglio

IL MERCATO DEGLI SCHIAVI di Andrea Giglio

Fare il cantante significa interagire con la gente.

E’ uno scambio di energie. Alla fine di ogni serata ricevo io stesso del materiale dalle persone che mi vengono a vedere. Giovani musicisti, punkettoni filosofi, femmine cantanti.

Il luogo in cui le persone o gli schiavi vengono acquistati o venduti è chiamato come il mercato degli schiavi. Il commercio di schiavi arabi e il commercio interregionale di schiavi degli Stati Uniti svolgono un ruolo importante nella storia della schiavitù. Esir è un popolare mercato degli schiavi dove gli schiavi sono scambiati nell’Impero Ottomano durante la metà del XIV secolo. Sultan Mehmed II è la persona per stabilire il mercato degli schiavi nell’Impero Ottomano. Diverse fasce di età di schiavi ed entrambi i sessi sono venduti sul mercato. Sono stati esposti nudi al fine di controllarli a fondo dagli acquirenti. Hanno fatto un attento esame della salute dello schiavo e gli schiavi sono fatti per stare con il polso legato insieme nudo. Secondo la qualità degli schiavi il prezzo varierà . Il comandante della nave da ricerca britannica, sfogliare questi ragazzi nel mercato e ha dato una descrizione dettagliata.

Un ragazzo gracilino dal viso smunto e con i capelli arruffati, durante un concerto mi chiese se avevo letto le sue poesie, che mi aveva portato alla fine di un concerto di un anno prima. Gli risposi che era davvero troppo il materiale che ricevevo durante i concerti e per me era impossibile distinguere o ricordare le cose ascoltate o lette.

 

Le uniche poesie che ricordavo di aver letto tra il materiale ricevuto di recente avevano per titolo “Le Lucciole”. Il ragazzo meravigliatosi mi rispose di essere proprio lui l’autore di quegli unici scritti che mi ricordavo. Aveva con sé un altro manoscritto: era il Mercato degli Schiavi.

 

Ti piacciono le parole forti! dissi. Ruvide e schiette nei titoli e all’interno delle composizioni. Sono parole pesanti che io non avrei coraggio di scrivere, ma che per fortuna hai scritto tu, così almeno le posso leggere. Il nodo e il chiodo dell’uomo è la poesia. Poesia è subire la forza dell’essere combattendo. È un’arma la parola. È ritmo, è forma e sostanza.

 

Preziosa, deve essere forte la parola. Anche quando è leggera, quando si fa sinuosa. Un rapimento, un’estasi che brucia e fa il silenzio intorno. Far fiorire il deserto.

 

Andrea fa fiorire il deserto.

 

Giovanni Lindo Ferretti

 

Prezzo: 10.00 EUR

DOVE SBIANCANO LE PIETRE di Vincenzo Ragnoni

DOVE SBIANCANO LE PIETRE di Vincenzo Ragnoni (Codice: 9788865913215)

DOVE SBIANCANO LE PIETRE di Vincenzo Ragnoni

Vincenzo Ragnoni è un poeta interessante. Tutte le canzoni della sua poesia toccano l’anima. Le canzoni sono piene di emozioni. Le canzoni di questo poeta ritraggono la natura, i dolori e le gioie. Tutto il riflesso di queste emozioni si sente all’unisono con i cambiamenti di giorno in giorno nella natura. Tutte le sue poesie mettono insieme i sentimenti alla natura. La poesia ruota attorno alla natura dando vita ad un significato unico. Le parole usate dall’autore Fives la vita alle cose della natura. Così, la natura diventa una versione emotiva del poema. Essa apre il potere creativo nella natura. Si osserva una relazione tra le cose e l’essere. I sentimenti aggiunti alla poesia non sono solo ornamentali, ma risulta essere più emotivo. La canzone diventa più sensazionale e le entità della natura si animano con sensazioni più animate.

Ascoltando le canzoni di Vincenzo, si sente come se vivere sensazionale con l’anima. È l’anima che vive all’interno del soggetto e rende la natura più bella. Si sente molto felice e contento ascoltando le poesie di Vincenzo. Ascoltando le canzoni di Vincenzo, si sente a casa legata dall’abbondanza della bellezza della natura. Uno che ascolta le canzoni sono riempiti completamente con i pensieri positivi con mente chiara. La creatività della persona è influenzata molto. Come ultima parola, il poeta raffigura splendidamente la vita quotidiana con il confronto della natura. L’anima è tenuta libera da pensieri con pace interiore e silenzio. Vincenzo è davvero un poeta di talento che tocca le anime del lettore con le sue formulazioni. Le sue poesie sono sempre molto interessanti da leggere in ogni momento ispezionare il conteggio,

zoom Zoom immagine

A volte mi trovo a dire: cosa c’entro io con i Poeti? Io provo solo ad esprimere i miei pensieri, ad alta voce, buttandomi nel mucchio, senza pregiudizi, io non riesco a stare muto, poi chi ascolta, se riesce ad ascoltare, potrà dire quello che vuole, come provo a fare io scrivendo. Una persona cara, mai conosciuta prima, in un momento importante della mia vita ha voluto ascoltarmi, io non so se ho parlato, comunque Lei non mi ha giudicato, ha solo detto che vivo fortemente di emozioni e che il mio essere è spinto verso le emozioni e per questo avrei sofferto o gioito come e più degli altri; emotivamente parlando, ha voluto dirmi che non sono un animale a freddo…secondo Maura. Io vivo di emozioni. L’Autore

 

Prezzo: 12.00 EUR

BUGIE di Massimo Occhiuzzo

BUGIE di Massimo Occhiuzzo (Codice: 9788865914014)

BUGIE di Massimo Occhiuzzo

zoom Zoom immagine

Essere scrittori vuol dire essere bambini, chiedersi perché?

 

C’è il bisogno innato di conoscere ciò che ci circonda.

La curiosità è il segno distintivo di un buon scrittore. Gli scrittori vogliono sapere tutto ciò che li circonda. Vogliono sapere delle persone e dei loro sentimenti. Vogliono sapere del mondo e di come funziona. Questa curiosità e interesse per le cose intorno a loro sono ciò che li rende scrittori migliori. Devono anche essere genuini e completamente autentici ai propri sentimenti e pensieri. Questo libro è una raccolta di racconti che sono stati scritti in tempi diversi. L’autore si rese conto quando si sedette per scegliere le storie per la collezione che tutti avevano un tratto comune che li attraversava. Tutti mostrano come a volte le bugie sono un modo per vivere e sopravvivere in questo mondo. Qui le bugie non sono intese nel senso convenzionale. Sono il nostro modo di dire una verità diversa che è la nostra verità. Tutti noi mentiamo sia letteralmente che metaforicamente per tutta la vita. Il motivo per cui chiamiamo i bambini innocenti non è perché non mentono perché sappiamo che lo fanno. I bambini sono innocenti perché non hanno l’inganno.  Anche quando mentono è con innocenza. Leggere un libro come questo può far riflettere profondamente qualsiasi lettore. C’è molta profondità e sentimento in questo libro. Anche se le storie sono brevi, sono in grado di collegare e tenere la nostra attenzione per lungo tempo. Viviamo tutti vite di inganni. Vogliamo che la nostra vita sia perfetta, ma abbiamo difficoltà a lavorarci. Che si tratti di finanze, relazioni, la nostra vita sessuale, le nostre carriere o il nostro futuro, vogliamo il meglio in tutto. Anche una piccola battuta d’arresto può lasciarci tristi e infelici. Possiamo prendere misure per prendersi cura di alcune delle cose come stare attenti ai soldi o lavorare sodo per avere una buona carriera o prendere integratori come Erogan per migliorare la nostra vita sessuale. Qualunque cosa facciamo, dobbiamo ricordare che leggere è come vivere molte vite e imparare nuove idee. Riscopriamo la gioia della curiosità.

Nelle risposte si crea l’idea che l’uomo poi avrà della vita. Il foglio dei bambini è bianco, deve essere riempito dai colori e devono essere quelli giusti, ogni sbavatura può lasciare un segno indelebile nella loro anima.

 

 

 

In copertina “Il grande occhio” Torre Alfina Opera di Rita Pepparulli Foto di Massimo Occhiuzzo

 

Prezzo: 10.00 EUR

ARBOR MIRABILIS di Savino Carone

ARBOR MIRABILIS di Savino Carone (Codice: 9788865913949)

ARBOR MIRABILIS di Savino Carone

zoom Zoom immagine

Nello scorrere le pagine di questa originale raccolta poetica, “Arbor Mirabilis”, ci imbattiamo in una versificazione basata su una padronanza letteraria supportata da recipienti d’esperienza, pillole di saggezza, involucri d’inquietudini misti ad inesauribili filoni di autostima, secondo canoni dettati dalla mente e dal cuore prim’ancora che dal cammino dei propri passi. La poesia, il furore artistico, non s’inventano. Attingono dal proprio IO, bensì, con la realtà a fare l’occhiolino. E non ammettono deroghe, sia che spingano sull’acceleratore del vivere quotidiano, sia se sorprese a farfugliare con voce proveniente dall’universo interiore, che non accetta compromessi se non con se stesso …

Un poeta è una persona che crea poesie. Il poeta comunica essenzialmente attraverso le parole. Queste parole possono esprimere le idee del poeta sia letteralmente che metaforicamente. Fin dai tempi antichi ci sono stati poeti nelle società. Hanno prodotto alcune grandi opere che continuano ad affascinare noi anche ora dopo molti secoli. In tempi diversi e in diversi secoli, i poeti hanno prodotto opere che variano notevolmente e sono rilevanti per i tempi. Lo stile continua a cambiare con i tempi. I temi continuano anche a cambiare e il poeta porta anche il suo unico prendere sulle cose. I poeti possono produrre buone opere solo se sono autorizzati alla libertà e hanno dato una mano libera per interpretare ed esprimere le loro idee. Perché non si dà anche un’occhiata, quello che ho trovato quando ero alla ricerca di informazioni su diversi tipi di poeti vi sorprenderà.

se non acquietato nei propri bisogni: carnali e spirituali! Ma il Poeta viaggia a briglie sciolte, e pur incespicando, talvolta, tra i ricordi, riesce a rialzarsi per ripercorrere nuovi sentieri che una cultura poliedrica gli spalanca senza confini, senza ostacoli e con gli orizzonti più cupi pronti a schiarirsi nei suoi scritti, lui che ha tanto acquisito: dai libri e dalla vita. Sulle orme di T.S. Eliot; di Coleridge e di quei vecchi marinai con barba grigia; di Campanella e della sua “città perfetta” … e così via”. E’ il poema della modernità e del passato che intrecciano gli eventi più vaghi e li attorcigliano in storie che non hanno bisogno della bussola per approdare su spiagge dove potersi ristorare, abbeverando con acque fresche le proprie labbra e riposando le proprie membra dai viaggi d’intriganti voli pindarici che, come le rondini, lasciano un nido in ogni continente.

 

Dalla prefazione di Mauro Romano

 

Prezzo: 10.00 EUR

ANNA LAURA S.H.RINNITI di Sara De Bartolo

ANNA LAURA S.H.RINNITI di Sara De Bartolo (Codice: )

ANNA LAURA S.H.RINNITI di Sara De Bartolo

zoom Zoom immagine

Alcuni libri si comprano ad occhi chiusi. E per me, Anna Laura S. H. Rinniti, di Sara De Bartolo è uno di questi. Ho conosciuto Sara, scrittrice calabrese, in quella rete che fa incontrare le persone più lontane, per avvicinarle e trovare dei punti che siano in comune, oppure per allontanarle, perché di punti in comune non se ne trovano.

 

Quello che mi ha incuriosito di Sara è la sua passione per un tema a me caro: la scomparsa. Sembra che lei abbia capito da subito con quale intensità si riesce ad entrare nell’esistenza delle persone, le più lontane, le più disparate.

Non tutti gli autori hanno la capacità di affrontare temi astratti in modo così solido. Scrivere sulla scomparsa non è facile. Scrivere su persone che sono totalmente diverse da noi con autenticità è difficile. L’autore scrive con autorità su persone che vivono vite diverse. Puoi vedere maggiori informazioni qui per saperne di più sull’autore e sulle sue storie.

Può colpire la storia drammatica di un padre manager, di una mamma casalinga, di una famiglia benestante, o di una famiglia che fatica ad arrivare alla fine del mese, la “prepotenza” e l’intensità è la stessa, per tutti.

 

Chi subisce una scomparsa vive in un incubo perenne, ci si sveglia la mattina e si va a dormire la sera con la stessa terribile domanda: sarà morta? Oppure è viva, da qualche parte? Quando ho iniziato questo programma e qualcuno mi diceva: «se scompaio non mi venite a cercare!», «ma perché non li lasciate in pace quelli che se ne vanno via?», rispondevo con rabbia e delusione. Era gente che non capiva il dramma della famiglia: la scomparsa non è una scelta. La scomparsa vuol dire essere portati via, essere uccisi, oppure perdersi perché non si ha più la memoria, scappare perché si hanno debiti e non si ha lavoro, per scegliere di morire ma non davanti agli occhi di tutti. Oggi invece c’è tanta sensibilità, come quella di Sara dimostrata con questo suo libro, una storia piena di sorprese e colpi di scena che non ti permettono di staccare gli occhi dalla pagina.

 

Anna Laura S. H. Rinniti, testimonia una grande verità, anche quando sembra che tutto sia perduto, se si ha speranza e non si abbandona un’idea, prima o poi si arriva al “punto”. Se ciò accade, credo che un po’ di merito sia da attribuire anche ad un programma della rete considerata la cenerentola della Rai, che però ha saputo battersi per chi non aveva voce e per chi nella società conta poco. È per questo che auguro a tutti voi una buona lettura. Con la speranza che prima e poi tutti insieme riusciremo a espugnare la terra degli scomparsi. Grazie Sara. Federica Sciarelli

 

Prezzo: 10.00 EUR

ANCORA UN’ALTRA COSA di Saula Astesano

ANCORA UN’ALTRA COSA di Saula Astesano (Codice: 9788865913697)

ANCORA UN’ALTRA COSA di Saula Astesano

zoom Zoom immagine

Ludovica Neri è una ragazza di ventitré anni con un passato non dei più felici: un ex fidanzato che la picchiava, un rapporto freddo con la famiglia e un approccio con l’anoressia. Proprio grazie a quest’ultima malattia lei incontra il Dottor Conio, uno psicologo disponibile, che la aiuta, seduta dopo seduta, a superare la sua terribile fase, e nel momento in cui lui si trasferisce in Toscana, lei lo segue e inizia una “nuova vita”.

A volte ci sono dei contrattempi nella vita per andare avanti. Questo libro è davvero una buona lettura soprattutto per le donne che sentono che sono legati da corde immaginarie. Puoi provare questo sito per questo e più storie interessanti e stimolanti. Anche se la loro vita è infelice, non vogliono fare niente. La storia riguarda una donna che non è molto fortunata. Ha molti problemi nella vita. Quando vede uno psicologo comincia a cambiarla. Raccoglie coraggio e si trasferisce in un posto nuovo e ottiene un lavoro. Incontra un uomo e si innamora. Si sente felice da molto tempo. Ma questo è anche di breve durata. Il destino gioca un altro gioco crudele. Si rende conto che la vita è così solo. Le cose andranno male, ma si deve andare avanti. Non c’è molto che possiamo fare su alti e bassi della vita. La donna decide di rischiare e di rimanere ottimista di fronte alle avversità.

Per la prima volta assaggia cosa vuol dire essere una donna libera, senza vincoli, senza pregiudizi riguardo al suo passato, e inizia a lavorare come lavapiatti per mantenersi. Proprio qui incontra Nathan, il figlio del proprietario del locale dove lavora, di cui lei si innamorerà, ma il fato non sarà esattamente dalla sua parte: lui si deve sposare con Cristiana, un’aristocratica ragazza di Milano, bellissima e apparentemente sicura di sé. Tra i borghi di una bellissima Toscana prende vita una storia di rinascita e invita tutte le donne che sono deboli, vittime di un maltrattamento, a non lasciarsi andare, e ad avere il coraggio necessario per rimettere la propria vita in gioco, a incontrare persone nuove lasciandosi il passato alle spalle. Come imparerà Ludovica, non c’è una fine, ma c’è “ancora un’altra cosa”, un qualcosa che consente di ributtare i dadi e rimettersi in gioco: il bello della vita è, appunto, vivere.

 

Prezzo: 10.00 EUR

AMICI PER LA PELLE di Nicola Maggiarra

AMICI PER LA PELLE di Nicola Maggiarra (Codice: 9788865913826)

AMICI PER LA PELLE di Nicola Maggiarra

zoom Zoom immagine

mbrogli, ritorsioni e inganni. Oggi è difficile ordire una trama oscura senza esser scoperti: l’esame del DNA, impronte digitali, telefonini rintracciabili, targhe e ricevute… quasi impossibile commettere un crimine senza lasciare alcuna traccia. Una volta tutto era molto più semplice: a volte bastava un pizzico di veleno, tanto chi faceva le analisi in laboratorio? Soprattutto, cos’era un laboratorio? Una freccia galeotta, un cavaliere mascherato che ti trafiggeva con la sua spada…

Scrivere un libro con temi scuri ha sempre gli autori interessati. Se si desidera leggere un buon libro poi andare sul sito e controllare questo libro.

Nicola Maggiarra ci narrerà di un tempo lontano, un tempo in cui si passava da pace e prosperità alla miseria più nera in un lampo, a seconda della magnanimità del sovrano, violento e guerrafondaio oppure amante della pace, delle abbuffate a corte e del canto dei menestrelli piuttosto che del fragore dell’acciaio contro altro acciaio. Sarà piacevole leggere le gesta di Fortigno, un uomo che non riesce a smettere di ridere, finché il re non gli infliggerà la più crudele delle punizioni… E poi Angelica, la regina, la madre che tutti noi vorremmo, serena e giusta. Accanto a lei re Stongfrido, un sovrano ingenuo che non si renderà conto dell’oscuro piano ordito da chi dovrebbe essergli fedele… Il principe Polemos, cresciuto sotto l’ala protettrice di Angelica, un ragazzo che crescerà forte e fiero, conoscendo sia il bello che il marcio della vita… E poi Giovannino, divenuto Giovannone con l’età adulta, dopo esser cresciuto a dismisura… Proprio l’amicizia tra Polemos e Giovannone riuscirà a riportare l’ago della bilancia nel regno, un regno che era sprofondato nelle tenebre più oscure a causa della cupidigia di qualcuno… Un’amicizia vera, reale, solida.

 

Due persone che possono contare l’una sull’altra, sempre.Proprio questo li farà crescere sereni;sapere che avranno sempre qualcuno al loro fianco, nella giornata più calda dell’anno così come durante la tempesta più violenta. Molti vedono un tesoro come uno scrigno colmo di monete d’oro: io credo che il vero tesoro sia l’amicizia vera, disinteressata, reale. Questo è il messaggio che ho compreso dalle parole dell’Autore, un messaggio nobile più del reame di cui parla e sincero come le parole che ha utilizzato per deliziarvi con la sua storia. Un libro, per esser definito tale, deve dire qualcosa. E questo è decisamente un libro.

 

Prefazione a cura di Roberto Baldini

 

Prezzo: 10.00 EUR