ALDEBARAN di Amoruso – Vai (Codice:

ALDEBARAN di Amoruso – Vai (Codice: 9788865912867)

ALDEBARAN di Amoruso – Vai

zoom Zoom immagine

La poesia è un sedimento millenario. Viene trasportato da una corrente inaccessibile, corre, ruzzola come una trottola da un’ anima all’altra, senza nessuna possibilità che questa si disperda in gorghi infernali, o peggio ancora, che venga tacitata da un tempo più forte di tutto. La poesia, la forza della poesia, sta proprio qui, nel suo accadere inconscio e non cercato. Quando si accende, splende nella volta celeste, come una stella, e in ricordo di questo suo splendore inizia un dialogo, un susseguirsi nella meraviglia d’aver scalfito un muro…

La poesia è probabilmente il modo più veritiere e autentico di esprimere sentimenti e idee profonde. Questa raccolta di poesie si chiama Aldebaran e si ispira alla stella omonima. Questa è la quattordicesima stella più luminosa del cielo notturno. È quasi 500 volte più luminoso e circa 40 volte più grande del sole. Il poeta usa i riferimenti celesti per esprimere la profondità e la vastità dei sentimenti e delle complessità umane. Questa collezione poetica ha un tono forte e insolito. È come guardare dentro mentre allo stesso tempo guardando verso l’esterno. È onesto e talvolta può essere brutalmente così. Questa collezione è pensata per chi vuole leggere qualcosa di puro e genuino. Il gioco di parole in questa collezione è davvero buono e i poeti sono in grado di utilizzare metafore e similitudini a loro vantaggio. Se siete interessati a qualche seria poesia introspettiva allora troverete questo una buona lettura. A volte si sente quasi autobiografico e si sente di conoscere i poeti entro la fine del libro.

Questa silloge è la cronaca di un incontro, è la meraviglia di un incontro con la scrittura fluida tra due anime che hanno incontrato la poesia …. Sembra quasi che vi sia una specie di entità che si diverta, che giochi con le parole per poi trasformarla in ciò che noi umani l’abbiamo definita poesia, è una convulsa riscoperta della purezza, della speranza di poter incontrare qualcosa che non sia una vita fatta “dell’odore triste dei lampioni spenti” …. “in questo colare di stanze ferite, a picco sul mare”. Marie e Paolo, appunto, affrontano tutto questo, con il cipiglio di un bimbo che vuole ri-scoprire la purezza che li ha generati, la meraviglia che provano nel aver trovato una specie di “linguaggio segreto delle stelle”, perché sanno del “sudore delle comete”. (dalla prefazione di Gianluca Regondi )

 

Prezzo: 10.00 EUR