IL VIAGGIO DI SIMONE di Evan Jung

IL VIAGGIO DI SIMONE di Evan Jung

Scopo del Saggio è riferire il viaggio del protagonista di questo libro, un ragazzo di nome Simone. Elaboriamo una similitudine tra il viaggio nel senso comune ed il viaggio nel senso di questo Saggio. Nel senso comune. Si ha il viaggio quando si ha lo spostamento da un punto di partenza ad un punto d’arrivo. Il punto di partenza è la posizione in cui colui che si sposta non vuole più permanere. Il punto d’arrivo è la posizione che colui che si sposta vuole raggiungere.

Parlando di viaggio, molte persone pensano che sia un compito difficile. La buona notizia è che viaggiare è più facile di come si potrebbe pensare che sia. Viaggiare è qualcosa che dovrebbe essere fatto almeno una volta all’anno. Si consiglia di trascorrere alcuni giorni nell’anno per vedere ed esplorare il bellissimo pianeta. Il primo passo, tuttavia, deve essere fatto da voi.

Visita questo link web che ti guida su come fare un piano di viaggio. Può aiutare a mettere insieme i pezzi del puzzle e perconsentire di pianificare il percorso e di stimare un budget per il vostro viaggio.

Il viaggio aiuta ad aprire gli occhi. Ti rende un umano a tutto tondo. Si arriva a vedere diverse parti del mondo, vedere culture diverse e incontrare persone diverse quando si viaggia. Tutto questo ti rende una persona molto matura. Ti insegna di te stesso. Sarete sorpresi di sapere come viaggiare ti rende più fiducioso.

Ci saranno sfide davanti a voi quando si viaggia. Avrete a che fare con queste sfide da soli. Questo ti permette di scoprire chi sei veramente. Quindi lasciate il comfort della vostra casa e iniziare a viaggiare.

Fintanto che non si raggiunge la posizione desiderata sussiste il bisogno di spostamento. Quando si raggiunge la posizione desiderata si permane in una posizione di equilibrio. L’equilibrio della posizione desiderata è dato dal non avere più la necessità di spostarsi. Questa è la definizione di viaggio nel senso comune. Nel senso di questo Saggio. Si ha il viaggio quando si ha lo spostamento da un punto di partenza ad un punto d’arrivo. Il punto di partenza è la condizione di sofferenza in cui colui che si sposta per vivere bene non vuole più permanere. Il punto d’arrivo è la condizione di felicità che colui che si sposta per vivere bene vuole raggiungere. Fintanto che non si è raggiunta la condizione di felicità sussiste la necessità di spostamento. Dalla introduzione dell’autore

 

Prezzo: 10.00 EUR