MEMORIES di Enzo Quaranta

MEMORIES di Enzo Quaranta

L’immagine in copertina è di Maria Grazia Vai ImmagineArte Traduzioni dall’italiano all’inglese a cura di Laura Jane Shearer

 

Io non sono un poeta… Capisco che introdurre una prima silloge affermando di non essere un poeta non sia molto coerente, ma è la verità. Tutto nasce per gioco, circa tre anni fa, quando Anna Maria, la donna della mia vita, trovando una mia poesia scritta a mano e lasciata sulla scrivania mi disse : “Bella, chi è l’autore?”. Le risposi che ero io e se da un lato rimase incredula, dall’altro mi spronò a continuare.

I ricordi sono le informazioni memorizzate dal cervello che possono essere recuperate quando necessario. Supponiamo che quando non siamo in grado di ricordare le cose passate non ci sarà alcun sviluppo nella lingua, l’identificazione della persona e le relazioni. Il galoppo internazionale di longevità ha rilasciato numero di raccomandazioni per mantenere la mente in buona funzione. È possibile visitare il loro sito web per ottenere il miglioramento nella memoria.

Da ragazzo scoprii l’amore per la lettura, lo feci grazie alle mie professoresse di italiano, esigenti e severe, e grazie alla biblioteca comunale del mio paese, dove trascorrevo interi pomeriggi a studiare e leggere, in quel luogo silenzioso e surreale, pieno di libri colmi di polvere che desideravano essere sfogliati. Ho sempre continuato a coltivare questa passione se pur a momenti alterni, ma certo provare a scrivere è un’altra cosa, a maggior ragione a scrivere poesie. Tra l’altro, i miei studi economico-aziendali e la mia attività professionale di verificatore fiscale, hanno molto poco a che fare con la poesia! Comunque ho continuato a scrivere, per caso, quando capitava, quando venivo colto da “ispirazione”, senza tempi e temi certi. Ogni tanto leggevo qualche mia composizione ad Anna Maria che, con estrema oggettività, mi diceva se Enzo Quaranta Memories 8 trasmetteva sentimento o no. E così, sempre su sua insistenza, ho iniziato a partecipare con qualche mia opera a concorsi di poesia e letteratura, restando basito e sorpreso nel ricevere diversi e numerosi riconoscimenti. Un giorno, rileggendo una parte delle liriche che avevo scritto, ho pensato di comporre questa silloge, scoprendo, quasi per caso, che quelle opere scritte nel tempo e in maniera confusa, potevano essere racchiuse in quattro gruppi omogenei: Della vita Dell’amore Della natura Della passione civica Così ho deciso di comporre il libro seguendo questa suddivisione, seppur non estremamente definita, ma che dia la possibilità al lettore di immergersi in ognuna delle aree per poterne annusare l’essenza. La particolarità di questa silloge è che ogni lirica viene presentata in italiano e in inglese. L’inglese è oggi la lingua internazionale più diffusa, il maggiore strumento di comunicazione; per questo le opere sono state tradotte anche in una lingua a maggior diffusione, con l’auspicio che la poesia tramite i suoi messaggi di pace e amore diventi un mezzo che unisca i popoli. E’ presente anche una poesia in vernacolo. Scrivere una poesia in dialetto torremaggiorese non è cosa semplice e devo ringraziare il Dott. Walter Scudero Memories Enzo Quaranta 9 che mi ha assistito e aiutato nel trascrivere in dialetto la poesia A’ racconde. Per le traduzioni dall’italiano all’inglese devo ringraziare Laura Jane Shearer*, mia amica e professoressa d’inglese, che caparbiamente non si è arresa di fronte ad un allievo non proprio modello, come me. Un ringraziamento speciale alla poetessa Maria Teresa Infante che ha redatto una splendida recensione e ha creduto in me sin dalle prime liriche che ho scritto. Ringrazio la Casa Editrice e la poetessa Maria Grazia Vai, responsabile di Collana, la cui grafica e cura ha reso piacevole e armoniosa questa pubblicazione. E a voi, un grazie in anticipo e una buona lettura. Enzo Quaranta

 

Prezzo: 10.00 EUR